Come farti pagare le fatture regolarmente ed alle giuste scadenze grazie a Posta Power

insolutiOggi parliamo di insoluti.

Se anche tu devi combattere ogni giorno contro questa piaga — e sei stanco dei clienti che dicono di non aver ricevuto la tua fattura … leggi attentamente questo articolo, perché ti rivelerò un trucco per arginare questo spiacevole fenomeno.

Lascia che ti racconti una breve storia. Presto ti renderai conto che potresti essere tu stesso il protagonista.

Lunedì mattina.
Ore 7:30.

Pietro scende dall’auto e apre la saracinesca. Come ogni mattina, è arrivato molto prima dei suoi dipendenti.

Ama avere un po’ di tempo per pensare indisturbato, nella quiete del suo ufficio — ed organizzare la giornata prima che i telefoni inizino a squillare fino a sera.

Oggi è deciso a risolvere un problema importante, che nonostante i suoi sforzi non è ancora riuscito a sbrogliare.

Un problema che lo assilla da tempo. (E che forse assilla anche te…)

Di cosa si tratta?

Pietro ha un grosso problema di gestione degli insoluti. I maledetti, maledettissimi INSOLUTI.

“Adesso basta, così non può più andare avanti” mormora l’imprenditore.
Deve trovare una soluzione definitiva, radicale — e la vuole trovare ADESSO.

Così si siede alla sua scrivania e inizia a cercare su Google. Ovviamente scopre che non è l’unico ad avere questo problema.

Da un lato si rincuora ma dall’altro inizia anche a montargli la rabbia.

“Possibile che non ci sia un modo per farmi pagare in maniera regolare?”

Mentre naviga però si imbatte in un articolo che risucchia il suo interesse. Per farla breve, in quell’articolo si spiega che:

Le fatture inviate via e-mail spesso NON sono pagate dal cliente.

Così continua le sue ricerche e scopre che è stato dimostrato che le fatture inviate via e-mail hanno una probabilità altissima di non essere pagate. Semplicemente perché tutti siamo tempestati di e-mail ogni giorno.

Le soluzioni proposte nei vari articoli però non lo convincono. Si parla di utilizzare vari software che inviano delle notifiche più insistenti ed hanno tutta l’aria di essere molto complicati.

Alcuni suggeriscono di utilizzare la PEC. “Si va beh” pensa Pietro “Come se quella roba la guardasse qualcuno”

No … qui c’è bisogno di una soluzione drastica. Altrimenti si rischia di passare dalla padella alla brace.

Al termine del suo studio Pietro prende una decisione netta. Controvoglia… ma è consapevole della necessità di un cambiamento: “Da oggi si torna alle fatture cartacee!”.

E così fa. Dà ordine alla sua segretaria di ricominciare a stampare centinaia di fatture il primo del mese come faceva fino a qualche anno prima.

Di stamparle e imbustarle. Una a una.

“Ma che, scherziamo? Nel 2016 devo tornare a imbustarle tutte come una volta?”, pensa fra sé e sé la segretaria. Ma il titolare è inamovibile, si procede con le spedizioni.

E così passa qualche mese…

scoraggiamentoPietro è convinto di aver risolto il problema. O almeno così spera… Ma, incredibilmente, il numero degli insoluti rimane pressoché invariato, nonostante l’invio cartaceo.

Il numero di fatture a 30 giorni che vengono pagate a 180 o NON vengono pagate affatto è ancora elevatissimo.

Sono forse i clienti che fanno i furbi, che cercano di fregarlo, che mentono e rimandano di proposito?

Per non contare tutto il tempo sprecato a rincorrere segretarie dell’ufficio contabile che sono SEMPRE in riunione. Scuse banali intervallate a vere e proprie prese per i fondelli.

“Maledizione, non è possibile che sia così difficile farmi pagare e che io debba perdere il mio tempo per rincorrere dei soldi che MI SPETTANO DI DIRITTO”.

Più ci pensa più gli viene il sangue acido.

Ancora una volta si ritrova con un nulla di fatto. E ancora una volta DEVE trovare al più presto una soluzione al problema.

Nonostante ora invii le sue fatture per posta, i suoi clienti continuano a lamentarsi di non averle ricevute.

“Si, come no” – pensa Pietro fra sé e sé – “è che mi vogliono far fesso”

Eppure gli viene un dubbio. Un dubbio ATROCE:

“E se le mie fatture andassero PERSE?”

L’imprenditore accende il pc e si mette a fare una ricerca per trovare prove dell’infondatezza di queste stupide scuse dei suoi clienti.

Ma quello che scopre lo lascia senza parole.

«Centinaia di lettere buttate nel fiume»

Così un articolo de ilCentro di Pescara. Mentre sul sito di Repubblica.it:

«Mazara del Vallo. 700 chili di posta ritrovata in casa: denunciato il postino»

Solo alcuni giorni prima i Carabinieri di Viareggio avevano scovato un buco nel terreno nei pressi di un lago in Versilia, dove erano seppellite centinaia e centinaia di buste affrancate.

«Posta abbandonata a Torre del Lago. Identificato il responsabile: è un ragazzo neo-assunto»

Questi sono solo alcuni degli articoli che testimoniano una situazione tragica. Pietro è costretto ad ammettere che, forse, i suoi clienti non sono così disonesti e che forse davvero le sue fatture NON sono mai arrivate a destinazione.

Anche perché gli sembrava strano che quella posta privata gli avesse fatto un prezzo così ridicolo per l’invio delle sue lettere. Lui era tutto contento di aver risparmiato qualcosa, ma ora finalmente capisce che c’era un motivo se aveva pagato una prioritaria meno di 40 centesimi — e che quel poco di risparmio NON vale il rischio della mancata consegna.

In fondo, lui non ha alcun modo di verificare che le sue buste siano DAVVERO arrivate in mano al cliente. Anche perché spedirle tutte per raccomandata sarebbe troppo oneroso. Impensabile.

“Se le fatture inviate per email sono sistematicamente ignorate, e l’invio per posta non dà garanzie, cosa accidenti deve fare un povero Cristo per farsi pagare dai clienti?”

Questa è la domanda che frulla nella mente di Pietro, mentre continua le sue ricerche.

Sembra che nessun operatore postale in Italia offra una garanzia sulla consegna delle lettere.

“Ma porca misera, oggi pure quando mando uno stupido messaggio su WhatsApp so se all’altro gli è arrivato, possibile che non ci sia modo di avere la stessa sicurezza su una cosa seria come una fattura?” – sbotta Pietro.

Poi, manco a farlo apposta, Pietro inizia a cercare un operatore postale che dia una qualche garanzia e così arriva sul sito di Posta Power.

Pietro si sofferma e scorre con gli occhi la pagina. I suoi occhi sono attirati dalla garanzia aziendale:

“Ritiriamo in tempo. Consegniamo in tempo. O è GRATIS”

Poi continua a guardare il sito… “Testimonianze? Che è ‘sta cosa? Hanno pure le testimonianze di clienti soddisfatti?”… “Boh, guarda qua… c’è pure Pino Insegno…”

Ma come è possibile?

“Quasi quasi un tentativo lo faccio…”. Ma è ancora incerto… Ma alla fine si decide e inserisce i suoi dati nel formulario presente sul sito, per essere ricontattato.

Non fa in tempo a pentirsi che squilla il telefono.

“No, non possono essere già loro…”, e invece sì, era proprio il suo referente di zona. A quel punto Pietro inizia a fare qualche domanda e il responsabile Posta Power lo rassicura sull’effettiva consegna della posta e sulla puntualità.

Nonostante tutto, Pietro è ancora scettico… ma visto che l’agente gli ha confermato che la prova è gratis, gli affida l’invio delle fatture del mese in corso. Poi aspetta.

sollievoAlla fine del mese successivo, Pietro viene a sapere dalla sua segretaria che il numero di insoluti è nettamente inferiore al solito.

Certo, la contabile gli fa notare che deve sempre stare attaccata al telefono per rincorrere i soliti furbetti, ma c’è tutta una parte di clientela che ha pagato prima che lei li dovesse sollecitare.

Compiaciuto della decisione che ha preso il mese precedente, Pietro fa un altro tentativo. Non solo la risposta dei clienti è ancora migliore del mese prima, ma l’imprenditore inizia ad accorgersi anche di un altro vantaggio, che prima non aveva notato.

A Marta – la sua segretaria – basta dare un colpo di telefono a Posta Power per richiedere il ritiro della corrispondenza, e quelli in meno di mezz’ora son da loro a ritirare la posta. In questo modo lei non deve più far la fila alle Poste o andare ogni due giorni dal tabaccaio a far scorta di francobolli.

Dopo quasi 5 mesi di tribolazione, finalmente Pietro è sollevato. E’ riuscito a trovare la migliore soluzione per risolvere un problema che sembrava quasi insormontabile.

E la stessa soluzione aspetta anche te.

Se vuoi finalmente essere SICURO che le tue fatture arrivino per davvero ai tuoi clienti, la tua unica possibilità è affidarle a Posta Power.

Infatti, se sei arrivato fino a questo punto significa che anche tu hai qualche problema a riscuotere le tue fatture, e che ti sei immedesimato nella storia di Pietro.

Allora lascia che ti parli in maniera diretta da, adesso in poi, e che ti spieghi meglio perché dovresti stampare le tue fatture e affidarle a Posta Power.

Intendiamoci, so benissimo anche io che al giorno d’oggi la gran parte della corrispondenza aziendale la sbrighi via e-mail… Ma sei sicuro che questo vada bene anche per le fatture?

Approfondite indagini di mercato dimostrano in continuazione come la percentuale delle insolvenze sia direttamente collegata all’invio delle fatture via e-mail.

Quindi se spedisci le fatture via e-mail rischi l’insolvenza.

Fattura per e-mail = fattura non pagata.

Mica sempre… Ma QUASI!

Sai perché?

Le e-mail si perdono molto facilmente. Spesso finiscono ingoiate dal fiume inarrestabile di spam che ogni giorno piomba sulla tua casella di posta elettronica (e in quella dei tuoi clienti), come un branco di lupi su una pecorella smarrita.

Oppure il tuo cliente vede la fattura e pensa “Ok dai appena ho tempo gli faccio il bonifico”, ma poi come sai fra una bega e l’altra gli passa di mente… In fondo sei anche tu un imprenditore, sai benissimo quante beghe ti ritrovi a dover risolvere ogni giorno:

Il telefono che squilla, il corriere che aspetta di caricare un pacco, la segretaria che sbuffa perché ha due linee telefoniche occupate e aspetta una tua risposta, un cliente seduto nel tuo ufficio e un fornitore che ti aspetta in magazzino per farti vedere dei nuovi prodotti.

Un inferno!

E a tutto questo tu vuoi aggiungere anche il REALE PERICOLO che il tuo cliente non veda nemmeno la tua fattura?

Le e-mail sono un’invenzione straordinaria. Ma ormai hanno preso così tanto piede che per le comunicazioni importanti bisogna tornare ai vecchi metodi. Riceviamo e mandiamo troppe email. Il rischio che ci sia un problema tecnico, o che vadano perse fra le altre è troppo alto.

Ecco perché per essere sicuro che i tuoi clienti ricevano le tue fatture dovresti riconsiderare l’invio cartaceo.

Come dici?

Non hai nessuna intenzione di ricominciare a stampare e imbustare tutta quella roba?

Beh, non posso darti torto. Ed è per questo che:

Posta Power offre anche un servizio di STAMPA E IMBUSTAMENTO.

Proprio così. Poiché la nostra missione è quella di toglierti rogne, e NON creartene di nuove, nel caso tu decidessi di affidare le tue fatture cartacee a Posta Power sappi che potrai anche usufruire di questo servizio, nel caso lo volessi.

Ti basterà inviare le tue fatture via email al tuo referente Posta Power – che le stamperà, imbusterà e affrancherà al posto tuo o della tua segretaria.

Non ti sembra un bel passo avanti rispetto a qualche anno fa, quando “perdevi” la tua segretaria per due o tre giorni all’inizio di ogni mese, quando era sommersa dalla routine dell’invio delle fatture?

Accantonate le e-mail, e grazie al servizio di stampa e imbustamento sei già a buon punto. Le tue fatture viaggiano fisicamente verso i tuoi clienti, invece che essere rimbalzate da un server all’altro. La tua segretaria è libera di seguire l’ufficio e di gestire ordini e telefonate, mentre Posta Power si occupa della stampa.

Ma tu potresti anche decidere di stampartele da solo le tue fatture. Lo capisco e ne hai tutto il diritto. Permettimi però di farti notare una cosa:

Per essere sicuro che i tuoi clienti ricevano le tue fatture e ti paghino in tempo NON basta stamparle. Bisogna anche che qualcuno le consegni davvero, e in tempo!

Ciò di cui hai bisogno è un servizio di consegna puntuale e SICURO della tua posta.

E questo servizio ha un nome. Si chiama Posta Power. E hai la fortuna di poterne beneficiare anche tu a partire da oggi.

Ti assicuro che non è una frase fatta. Posta Power nasce come servizio postale riservato agli avvocati e ai professionisti come notai o amministratori di condominio.

Solo che questi professionisti erano talmente soddisfatti da aver cominciato a consigliare il servizio anche ai loro clienti, fra cui alcuni imprenditori. Che hanno chiesto con insistenza di poterne usufruire.

Alla fine abbiamo ceduto. Quindi da oggi anche tu potrai beneficiare del servizio impeccabile riservato finora solo ad avvocati e notai.

Posta Power è così affidabile che migliaia di avvocati in tutta Italia gli affidano la loro corrispondenza legale

Ci sarà un motivo, non credi?

Ed è proprio per questo che ANCHE TU dovresti fare altrettanto.

Scegliendo un operatore affidabile e puntuale, che ti garantisce il ritiro e la consegna nei tempi prestabili… o è GRATIS!

Ecco perché con nessun altro servizio potrai mai raggiungere lo stesso grado di tranquillità e di sicurezza che le tue fatture sono in buone mani.

Anche perché:

Con Posta Power puoi VERIFICARE tu stesso l’effettiva consegna delle tue fatture grazie all’esclusivo servizio di fotografia dell’effettiva consegna.

Di cosa si tratta? Semplicemente i nostri portalettere – su tua richiesta – potranno scattare delle fotografie che documentino l’effettiva consegna.

Nell’immagine, che poi ti sarà ovviamente inviata, sarà ritratta la busta nel momento in cui è inserita nella buca-lettere del destinatario.

Togliendoti ogni dubbio ed eliminando PER SEMPRE la domanda terrificante che invece avresti con qualsiasi altro operatore postale.

Vale a dire, “Chissà che fine avranno fatto le mie fatture?”

Ecco, con Posta Power avrai sempre una risposta certa e documentata a questa domanda.

Dimmi la verità, non sei curioso di provare quella sensazione?

Di provare:
– La serenità di sapere che le tue fatture sono trattate bene
– La certezza che i tuoi clienti le avranno fra le loro mani il prima possibile
– La soddisfazione di pagare le tue impiegate per svolgere il loro lavoro, e NON per Affrancare la posta o per andare a comprare i francobolli
– E infine, l’orgoglio di sapere che stai facendo la cosa migliore per la tua azienda.

Ecco 7 motivi per cui Posta Power è l’UNICO operatore postale che dovresti prendere in considerazione per spedire la tua corrispondenza:

1-Ritiro della corrispondenza presso il tuo studio a giorni fissi e orari a tuo piacimento + un numero di telefono a te dedicato per le urgenze a qualsiasi ora!

2-Compilazione di TUTTA la modulistica, ricevute ecc … con la massima cura e precisione proprio come lo faresti TU!

3-Le giacenze vengono riconsegniate a mano al destinatario su appuntamento prefissato e comprendono sempre DUE tentativi di consegna (anche nel caso non chiami!) L’ufficio rimane aperto fino alle 19:00.

4-Le ricevute di ritorno sono nelle tue mani in 1 – massimo 2 – giorni successivi alla consegna!

5-La corrispondenza impossibile da consegnare ti viene restituita in 1 – massimo 2 – giorni successivi alla tentata consegna, con le motivazioni REALI (dimostrate tramite fotografia) che determinano l’impossibilità di consegnare.

6-Hai ben 2 referenti dedicati: 1 per la tua corrispondenza – 1 per tutte le esigenze commerciali-amministrative.

7-Sei coperto dalla garanzia: “Ritiriamo in tempo. Consegniamo in tempo. O è gratis!”

Segui l’esempio di Pietro, e fai la cosa giusta. Ne sarai entusiasta.

Per provare il servizio gratuitamente e ricevere un buono da 50 euro per spedire la tua corrispondenza clicca qui.

A presto, e buon lavoro!

Marco

P.S. Da buon imprenditore sai bene anche tu che il tempo è prezioso. Quindi non sprecarne altro per dar la caccia ai clienti che fanno i furbetti dicendo di non aver ricevuto la fattura. Non rimandare: clicca qui e richiedi il tuo buono da 50 euro per provare il servizio GRATIS prima che ti passi di mente.

Avrai un referente personale a tua disposizione anche solo per eventuali chiarimenti.

Scrivi qui i tuoi commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *