Anche tu utilizzi i software automatici per spedire la tua corrispondenza? Purtroppo ho brutte notizie …

Hands of a young man on the keyboard with the elements. Collage.

L’apparente comodità dei software per inviare la corrispondenza è solo un’illusione che si paga a caro prezzo.

Qualche tempo fa ero seduto in un ufficio e parlavo con una signora bionda, sui 45 anni, molto educata e cordiale.

Mi spiegava, con estrema soddisfazione, quanto fosse contenta di poter spedire tutta la sua corrispondenza cartacea senza doversi muovere dal suo studio. “Mi basta un click” – diceva – “e poi il resto fa tutto in automatico questo software”.

Più che un software specifico, si trattava di una funzione integrata nel suo gestionale, che le permetteva di spedire le convocazioni per le assemblee condominiali. Perché sì, anche lei – come te – è un’amministratrice condominiale – e ogni giorno combatte con le noie quotidiane che anche tu conosci bene.

Mi raccontava come il giorno prima aveva dovuto risolvere almeno due emergenze in una sola mattinata, quando era saltato un tubo in un condominio amministrato da lei … e quasi nello stesso istante si era staccato il pezzo di una grondaia da un altro.

“Insomma, giornata fortunata”, ho pensato. Lei ha visto la mia espressione e mi ha detto: “no, no, non pensare che sia una cosa così strana. Quasi ogni giorno noi amministratori dobbiamo gestire una marea di noie. Abbiamo a che fare con muratori, idraulici, elettricisti, spazzacamino, impiantisti … Per non parlare dei condomini, che ogni giorno ne hanno una di cui lamentarsi”.

In quel momento ho provato una grande ammirazione per lei (e per te). Non te lo nascondo, non ho idea di come tu faccia a gestire così tanti imprevisti nel tuo lavoro.

Questo ti fa onore.

Ma quello che capisco ancora meno è come mai … se hai così tanti problemi già nel quotidiano … tu voglia andartene a cercare degli altri mettendo a rischio la tua posta.

Esatto, hai capito bene. Ti chiedo scusa se sono così schietto, ma non posso stare a guardare senza dir nulla, mentre vai dritto dritto incontro a qualche altra bega.

Più o meno è stato quello che ho detto alla signora di prima, non appena mi ha detto che inviava le convocazioni in PDF a questo software senza più sapere nulla della fine che facevano.

“No, ma io posso controllare il processo”

“Ne è sicura?”

“Eh, come no, c’è la funzione apposita, guardi … se clicco qui … mi pare … aspetti … sì, dai, era qui … c’era una casella da cliccare … ne sono sicura, se solo ritrovo come faccio … mi dicono se la posta è partita …”

 In quel momento ho capito che mi sarebbe toccato uno sgradito compito. Cioè smontare tutte le sue certezze sull’affidabilità di questi sistemi, e mostrarle uno per uno tutti i rischi che correvano sia lei sia la sua posta …

So che pensi che questo sistema sia quanto di più rivoluzionario il mercato abbia da proporre in questo momento.

So che te l’hanno spacciato per l’ultimo ritrovato della tecnologia, in grado di farti risparmiare tempo e denaro a palate.

So che a prima vista effettivamente potrebbe sembrarti così …

Ma c’è un problema.

banksymaid1Se andiamo a sollevare il tappeto … troviamo tutto lo sporco che è stato frettolosamente nascosto sotto.

E non so te… ma io ODIO fare le cose in maniera approssimativa.

Mi piace che tutto sia svolto per il meglio e che le migliori promesse ai clienti siano REALI e non solo di facciata.

 “Nello specifico qual è il problema di questi software?”

Presto detto.

Poniamo che superi la prima fase ed impari effettivamente ad utilizzarli.

Anche quel processo si poteva rendere più semplice, ma alla fine dei conti è il problema minore.

Concentriamoci su quello principale.

Non hai il MINIMO controllo sulla tua corrispondenza.

Sì, lo so che ti hanno detto che puoi controllare in qualsiasi momento dove si trovano le tue raccomandate, grazie al sistema di tracciabilità ecc …

Ma parliamoci chiaro … non è che passi il tuo tempo a controllare a che punto sono le raccomandate che hai spedito. Le mandi e poi passi ad altro. Grazie a Dio hai il tuo bel lavoro da portare avanti.

Qual’è l’unica situazione in cui effettivamente vai a controllare lo stato di una spedizione?

Pensaci bene…

Vai a controllare quando la spedizione è in RITARDO o non è proprio arrivata.

È così o sbaglio?

Ok… e in questo caso a cosa ti serve la tracciabilità?

Te lo dico io a cosa ti serve … a NULLA!

Infatti in quel momento NON ti serve sapere dove si trova la tua spedizione.

Quello che ti serve sapere è PERCHE’ si trova ancora lì.

persoPERCHÈ non è ancora arrivata a destinazione.

PERCHÈ è andata persa.

COSA è successo.

E soprattutto… QUANDO arriverà – se MAI arriverà.

Ma c’è un piccolo particolare. Purtroppo, questo il tuo bel sistema di tracciabilità, non te lo sa dire.

Chi è l’UNICO che te lo sa dire?

(O perlomeno dovrebbe sapertelo dire?)

LO SPEDIZIONIERE.

Colui che in prima persona si occupa di prendere le tue raccomandate e portarle a destinazione.

Ma c’è un problema. (Sì, un altro… purtroppo la situazione non è affatto semplice).

 Tu non hai NESSUN contatto con chi si occupa del recapito.

Infatti chi ti ha venduto o regalato il software, ha come modello di business quello di ricaricare sulla tariffa che riesce a spuntare dallo spedizioniere, per cui ha tutto l’interesse che voi non vi parliate mai.

Questo cosa comporta?

Che in caso di problemi tu ti ritrovi con delle informazioni di seconda mano, che lo spedizioniere ha dato all’omino dell’assistenza del software che utilizzi.

Che poi… Sempre ammesso che tu riesca a parlarci, con questo omino. Da quello che so, quasi tutti questi software hanno un bel numero verde per l’assistenza. Se non fosse che quando chiami… Ti becchi 10 deliziosi minuti di nastro registrato.

Giuseppe_Verdi_by_Giovanni_BoldiniMentre bestemmi dietro alle tue noie, hai mille cose da fare, e hai diciotto email alle quali rispondere entro IERI… Sentire un’aria di Verdi non ti rilassa per niente. E ti piacerebbe che qualcuno rispondesse a un certo momento.

Ma tu continui e resisti. Ti ammiro eh, non mi fraintendere.

Tu selezioni 1… Poi 5… Poi attendi in linea… Poi selezioni 8… Poi asterisco… Poi attendi…. Digiti il numero della tua raccomandata…. E attendi….

Attendi….

E alla fine, quando ormai avevi perso ogni speranza, ti risponde una graziosa giovincella. Che ovviamente ti dice “Un attimo solo che verifico”, e ti rimette Verdi.

Tu sbuffi.

Con al coda dell’occhio vedi la segretaria che risponde a continue telefonate alla reception. C’è gente che sbraita nell’atrio. Lei non sa più come fare.

Improvvisamente, torna la graziosa signorina dall’altro capo della cornetta.

– “Dunque, mi scusi per l’attesa, ma dovevo fare delle verifiche e c’era un problemino col sistema. In ogni caso, da quello che mi risulta, la sua spedizione è partita 10 giorni fa dal nostro punto di smistamento, quindi ormai dovrebbe essere arrivata”

– “Eh no, le dico che NON è arrivata. Ma insomma, non sa dove sia e soprattutto COSA sia successo?”

– “Le ripeto, a me risulta che è partita ormai da 10 giorni, e 7 giorni fa è stata presa in carico dal punto di raccolta della sua provincia….”

– “Sì, va beh, ho capito. Insomma lei ne sa quanto me…”

E riattacchi il telefono.

In pratica, in caso di problemi, non hai nessuna possibilità di parlare con la persona che può REALMENTE risolvere quel problema.

A meno che …

A meno che tu non utilizzi il servizio di Posta Power e deleghi stampa, imbustamento e recapito TUTTI allo stesso operatore.

In questo modo avrai un UNICO referente per tutte le fasi della lavorazione della tua corrispondenza.

Ecco perché…

… Questo è l’UNICO sistema per non perdere il controllo sulle tue spedizioni.

Posta Power ti mette a disposizione un referente PERSONALE che puoi contattare a qualsiasi ora per conoscere lo stato delle tue spedizioni. Ma soprattutto hai una persona che ti risponde immediatamente al telefono nel malaugurato caso si verifichi qualche problema.

Nessun call center. Nessun operatore che ti mette in attesa. Nessun nastro registrato.

Con Posta Power hai il numero di cellulare del tuo referente personale. Lo chiami e lui ti risponde. Non perdi neanche un secondo.

theflashthecwInoltre in questo modo VELOCIZZI – e di molto! – il recapito della tua corrispondenza.

Ad oggi infatti, quando mandi in stampa le tue comunicazioni tramite il software che utilizzi, queste vengono stampate in un unico centro che si trova lontano dalla tua città e poi da lì vengono spedite all’interno di un pacco all’operatore che si occupa della consegna o della spedizione.

Con Posta Power EVITI tutto questo iter. Le tue comunicazioni vengono stampate direttamente nell’ufficio della tua città. E consegnate a partire dal giorno stesso, o il giorno dopo.

Meno passaggi è uguale a più velocità.

Inoltre, dove consegniamo direttamente, la 2° riconsegna è gratuita. Nel senso che per le raccomandate facciamo almeno due passaggi dallo stesso destinatario, in fasce orarie diverse, per assicurarci di trovarlo a casa.

In questo modo avrai clienti più soddisfatti visto che non dovranno più perdere tempo per andare a ritirare in qualche ufficio la tua comunicazione in giacenza, ma potranno accordarsi per telefono direttamente con il nostro postino che provvederà poi a riconsegnargliela gratuitamente, direttamente al domicilio del destinatario.

Ma ti ho annoiato abbastanza con le mie parole. E’ tempo di passare ai fatti. Tanto più che hai tantissimi tuoi colleghi che ci hanno provato prima di te, rilasciandoci le loro testimonianze positive che ti invito a leggere.

Vuoi mettere alla prova quello che ho detto… senza spendere neanche un euro?

Allora sono certo che apprezzerai l’offerta che ho preparato per te!

Puoi provare in maniera completamente GRATUITA il servizio Posta Power, per cominciare a spedire le tue raccomandate e verificare che tutto funzioni per il meglio.

La parte migliore? Riceverai anche un buono omaggio del valore di 50 euro per le tue prime spedizioni!

Quindi non solo potrai provare il servizio gratuitamente, ma non pagherai nemmeno le tue prime spedizioni, perché quelle te le offriamo noi.

Dopo di che decidi tu stesso se continuare a spedire con Posta Power … oppure no.

Solitamente nessuno torna indietro dopo aver provato il nostro sistema. Ma chissà … tu potresti essere il primo. In ogni caso la prova è COMPLETAMENTE gratuita. Non ti costa neanche un euro.

Non ci sono vincoli, né minimi di posta. Posta Power è un servizio valido per una o per 1000 buste al mese.

Tanto vale provare non credi? Allora che aspetti?

Clicca subito qui e compila il modulo apposito per richiedere maggiori informazioni.

Sarai ricontattato direttamente dal responsabile della tua città, che ti fornirà tutti i chiarimenti del caso, e ti darà il buono da 50 euro che ti ho promesso, per le tue prime spedizioni.

Che aspetti?

A presto,

Marco Lutzu.

P.S.

Poi per finire non ti ho detto come era andata a finire con quella amministratrice di condominio. Semplice, all’inizio era tutta contenta del suo software. Poi però le ho raccontato alcune delle magagne che nascondevano, e alla fine ha deciso di provare Posta Power.

“Solo per una volta, dai, giusto per fare un confronto”. Queste erano state le sue parole.

Eppure, chi sa perché… Dopo qualche giorno, ha richiamato per prenotare un altro ritiro della posta. Poi un altro ancora… E ora finalmente ha risolto tutti i problemi legati alla posta. “Non penso più a nulla, finalmente!”.

Non ti piacerebbe liberarti di tutti i pensieri legati alla posta?

Lo puoi fare. Cosa ti separa da quella splendida sensazione?

Un solo, e banalissimo click. QUI.

Scrivi qui i tuoi commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *