A chi conviene davvero utilizzare le poste private? Tutta la verità – che nessuno ti ha mai svelato – dietro il business dei ritardi postali

realismoForse anche tu sei stanco di sentir parlare di scie chimiche e compagnia bella, di complotti di ogni tipo organizzati nell’oscurità dei sotterranei delle banche per prendere il controllo del mondo.

Ovunque, ormai, non si fa che leggere di “versioni ufficiali” manipolate dalla stampa per abbagliare le masse.

Vero è che il complottismo può avere un suo fascino perverso. Permette alle persone di crogiolarsi nella convinzione di aver subito un torto che qualcuno ha volutamente deciso di infliggergli. Tutto ciò legittima molte lamentele vittimistiche che spesso, in realtà, non hanno un reale fondamento oggettivo.

Ma noi, in quanto esseri umani con delle emozioni e dei sogni, molto spesso tendiamo a mettere da parte il nostro lato razionale, perché quest’ultimo ci si ritorce contro.

È molto più facile dare la colpa delle nostre sfortune a qualche associazione segreta, piuttosto che ammettere di fronte agli altri (e a noi stessi), che la causa delle nostre sfortune nella gran parte dei casi siamo noi — e che la nostra situazione attuale è figlia delle nostre scelte passate.

Ma dove voglio andare a parare con questo discorso?

Presto detto …

Se il complottismo sfrenato può sfuggirci di mano è vero allo stesso tempo che non bisogna smettere di cercare la verità.

Tentare di scoprire cosa accade veramente “dietro” ciò che vediamo in superficie fa parte della nostra natura. Ed è normale chiedersi se ci siano dei secondi fini, degli scopi nascosti in ciò che ci circonda.

Oggi per l’appunto ti voglio raccontare alcuni fatti di cui NESSUNO, finora, ha mai avuto il coraggio di parlarti apertamente.

Approfittane subito e non rimandare la lettura, perché domani a questo indirizzo potresti trovare una pagina vuota … e non avresti MAI più la possibilità di conoscere finalmente tutta la verità che si nasconde dietro un business estremamente redditizio, ma di cui stranamente nessuno parla…

I ritardi postali NON sono dovuti a semplice inefficienza, ma nascondono un insospettabile segreto, che oggi ti sarà finalmente rivelato

codice da vinciForse anche tu avrai letto il famosissimo libro di Dan Brown del 2003, intitolato Il Codice Da Vinci. Si tratta di uno dei più grandi best-seller della storia, da cui è stato tratto anche un film.

Come sai, la trama del libro ruotava attorno a una misteriosa organizzazione segreta chiamata “Priorato di Sion”, che aveva come unico scopo quello di proteggere e nascondere una scomoda verità, che se fosse stata rivelata avrebbe cambiato per sempre l’ordine del mondo come lo abbiamo sempre conosciuto.

Lo scopo principale del Priorato era quello di proteggere il Santo Graal, ovvero l’ipotetica discendenza di Gesù e Maria Maddalena. Il valore del Femminino Sacro era dunque gelosamente custodito dal Priorato, che per secoli ha tentato di nascondere le proprie tracce.

Se si fosse saputo che Gesù aveva avuto dei figli da Maddalena, la Chiesa cattolica avrebbe dovuto spiegare secoli di menzogne e rituali fondati sull’omissione di una parte della storia.

La motivazione del Priorato era dunque fortissima, ne andava della reputazione della Chiesa.

Se il Santo Graal fosse stato rivelato, la Chiesa probabilmente avrebbe perso tutto il suo potere all’istante.

In termini di fede, di rispetto, ma anche di potere e di denaro, una rivelazione come quella avrebbe potuto distruggere in un attimo le fondamenta di venti secoli di storia.

E questo è proprio ciò che io voglio fare oggi:

Ti rivelerò il Sacro Graal del mondo postale

Sto parlando del segreto gelosamente custodito dalle grandi società di utenze e servizi che ha permesso loro di PROSPERARE grazie ai ritardi postali.

Solo che un segreto, per essere efficace, deve rimanere tale. Quando è svelato perde tutto il suo potere.

La mia missione quindi, come quella di Robert Langdon ne Il Codice Da Vinci, è proprio quella di seguire le tracce del Graal alla ricerca della verità, per sconfiggere le oscure forze del complotto e svelarti finalmente cosa accade realmente a tua insaputa…

La nascita del “Priorato di Sion” dei ritardi postali

A questo punto però prima di iniziare a scavare nel nostro mistero, è necessaria una premessa.

Facciamo un passo indietro di qualche anno. A quel tempo, come certamente ricordi, esistevano solo le Poste Italiane.

Poi il mercato postale è stato privatizzato, e sono nate una marea di poste private in tutta Italia. Ed è proprio a questo punto che la nostra storia comincia a farsi interessante.

Per seguire le tracce del nostro thriller è fondamentale tener presente questo evento storico: la nascita delle poste private.

Nessuno se ne rendeva conto, ma in quel preciso momento … nell’ombra … le “forze del male” hanno iniziato a muoversi.

All’oscuro di tutti prese vita un “piano diabolico” che solo negli anni seguenti iniziò finalmente a produrre i suoi frutti.

Di cosa si tratta?

Lo scoprirai fra poco…

Poste Italiane vs. poste private

Bene vs MaleCome in ogni thriller che si rispetti ci sono anche qui due forze che si scontrano.

Ma quella che a noi interessa qui è la seconda, cioè le poste private. Che proprio grazie allo scontro con Poste Italiane hanno potuto mantenere al sicuro il suo Graal, distogliendo l’attenzione di tutti da ciò che realmente accadeva nell’ombra.

Eravamo tutti impegnati a distinguere i costi, i benefici e le caratteristiche dell’una o dell’altra forza … ma non ci rendevamo conto che questo era lo scopo del Priorato.

Volevano che noi non vedessimo.

Era tutto parte di un piano più ampio per distogliere la nostra attenzione dal business dei ritardi postali. Io stesso, per anni, sono stato abbindolato da questa favola.

Ma poi ho iniziato ad aprire gli occhi, e ho visto tutto più chiaramente.

E a mio rischio e pericolo vorrei portarti a vedere le cose con altrettanta chiarezza.

Non mi chiedere perché io lo stia facendo. Dovresti piuttosto chiederti quanto tempo ti è rimasto per scampare dal complotto che molto presto, se non agisci SUBITO, potrebbe coinvolgere anche te.

Anzi, spero che non sia già troppo tardi, e che io sia arrivato in tempo per salvarti.

Se così fosse, e se ancora non sei stato totalmente asservito al potere oscuro del Priorato Postale, resisti alle loro tentazioni e apri gli occhi perché la ricerca della verità è ciò che contraddistingue l’uomo. E tu meriti di conoscerla.

 

La mia missione è salvare i professionisti dai complotti postali.

La mia missione è offrire ai professionisti che se lo meritano un servizio impeccabile nella gestione della loro corrispondenza, con il ritiro a domicilio della posta e con la compilazione di tutta la modulistica interamente a carico dei postini.

La mia missione è far risparmiare tempo ai miei clienti focalizzandomi SOLO sulla loro corrispondenza, offrendo loro un servizio premium di livello superiore a qualsiasi altro standard, totalmente esclusivo e solo per chi mi ha dimostrato di meritarselo.

Ecco perché se tu sei un professionista che:
1. Odia perdere tempo
2. Odia sprecare risorse economiche
3. Ci tiene che la sua corrispondenza arrivi a destinazione
4. Cerca un servizio top di gamma che soddisfi ogni sua esigenza

Allora TU sei una delle persone che io voglio salvare dalle grinfie delle forze oscure.

Farò del mio meglio, ma tu devi promettermi che non rivelerai a nessuno quanto sto per dirti …

Ecco svelato finalmente a chi conviene utilizzare le poste private

Negli ultimi anni come dicevamo il mercato postale è stato privatizzato. Sono sicuro che anche nella tua città siano venute fuori moltissime poste private.

Normalmente si tratta di soggetti indefiniti che si occupano di tutto e di più. Non si tratta semplicemente di aziende private che gestiscono la corrispondenza, bensì di uffici aperti al pubblico nei quali (fra le altre cose) si può:

– spedire la posta
– pagare i bollettini
– effettuare vaglia postali
– acquistare biglietti per concerti
– stipulare assicurazioni
– trasferire denaro verso l’estero
– sottoscrivere contratti telefonici
– acquistare libri
– prenotare viaggi
– inviare telegrammi
– effettuare ricariche telefoniche
– aprire conti correnti
– attivare carte di credito prepagate
– richiedere visure catastali, certificati camerali (e simili)
– sottoscrivere abbonamenti ad alcune riviste

E sono sicurissimo che qualcuna delle tante attività mi sia sfuggita. Queste “poste” infatti fanno a gara a chi fa più cose.

Secondo te questo è un bene?

“Eh ma così in un posto solo posso fare tante cose”, potresti rispondermi.

Permettimi di risponderti con un esempio.

Pensa per un attimo a due medici che ricevono i pazienti nello stesso edificio. I due portoni si trovano dal lato opposto dello stesso pianerottolo.

ottorinOra immagina di avere un dolore terribile a un orecchio.

Ma proprio di quei dolori LANCINANTI che non ti fanno dormire la notte.

Disperato, chiedi a tua moglie “se c’è uno bravo in città” e lei ti risponde:

“Ma sì, Duilio, e vai là dietro la Coop, in piazza Scalfatelli, e vai su! C’è quel condominio giallo, e dai, non ricordi? Al piano terra ci sta lu dottore… quellobbravo!”

Senza esitare, tu ovviamente prendi e vai (anche perché avresti paura di chiederle altri dettagli)…

Arrivi al palazzo che ti ha detto tua moglie, entri, e vedi due porte.

In una c’è scritto:

Dott. Luigi Strozzacapa
Dottore Medico Chirurgo
pediatra, nutrizionista, agopunturista, ortopedico, oculista,
specialista in patologie otorinolaringoiatriche e odontoiatriche

Nell’altra:

Dott. Maurizio CIOPPI
Medico Otorino.

Dimmi la verità, tu da chi entreresti?

Se hai male a un orecchio, ti serve un otorino. Punto.

E se il male è forte, hai bisogno di qualcuno che sia specializzato in quel male specifico.

A te non interessa sapere quante cose fa l’altro medico. A te interessa solo trovare qualcuno che sia davvero ESPERTO nel curare ciò che in quel momento ti opprime.

Quindi ti affidi al secondo dei due, perché sai che è il suo campo.

Sai che fra i due questo è l’UNICO specialista del settore specifico.

Ecco… Stessa cosa vale per la posta!

Affidare la tua corrispondenza a una posta privata qualsiasi, è come andare a farsi curare il mal d’orecchi da un medico che cura anche mille altre patologie.

E che quindi non può prestare la dovuta attenzione al tuo singolo problema, perché deve seguire mille altri pazienti, con mille altri problemi.

Questo è il primo problema:

Facendo troppe cose, le poste private non possono farne realmente bene nessuna.

Il secondo problema è strettamente legato al primo. Non essendo specializzate in qualcosa di specifico le poste private hanno una sola semplicissima arma per attrarre clienti.

Te la lascio indovinare…

Dai, non è difficile. Prova a pensarci…

Esatto, il Prezzo!

L’unica loro esca è proprio il prezzo.

Non mi fraintendere, ci sono ancora molti pesci che abboccano a quest’esca. E non posso dar loro torto, perché finora nessuno gli ha mai spiegato come stanno davvero le cose.

posta buttataQuesti pesci però non sanno che, pagando poco la loro posta, rischiano che per colpa di un postino sottopagato le loro lettere vadano perse. PER sempre.

Magari bruciate nel caminetto del postino svogliato neoassunto, o magari gettate direttamente nel fiume, proprio qualche giorno fa ho sentito di un ultimo caso di ritrovamento di posta mai recapitata e buttata via da un incaricato alle consegne.

E ti assicuro che di casi simili ne ho visti a dozzine da quando opero nel settore postale.

Questo accade per un motivo molto semplice:

Facendo pagare poco la corrispondenza, le poste private sono costrette a pagare poco i loro postini.

Esatto, quelli che poi la TUA posta la dovrebbero consegnare …

Dovrebbero, ovviamente. Perché se sono pagati pochi euro al giorno e non sono controllati a sufficienza per loro è molto più semplice consegnare dieci buste e buttare via le altre mille, così da avere il resto della giornata libera.

Ma c’è qualcuno a cui fa comodo tutto questo.

Ti sembrerà impossibile, ma esiste veramente qualcuno a cui tutto ciò conviene.

Qualcuno che da questo meccanismo contorto trae giovamento, ed enormi guadagni. Qualcuno di insospettabile, al quale FA COMODO che le poste private lavorino in questo modo.

Qualcuno a cui conviene davvero spedire in questo modo, che a te invece sembra assurdo e poco conveniente, oltre che rischioso.

Vuoi sapere di chi parlo?

Mi riferisco alle grandi società di servizi e utenze.

Non sto dicendo che queste società siano il “male in terra”, e non le incolpo di nulla. Però sta di fatto che a loro fa molto comodo questo meccanismo perverso di posta a basso prezzo.

Le grandi aziende infatti puntano esclusivamente al risparmio. A loro non interessa la puntualità della consegna. A differenza dei professionisti come te per i quali una raccomandata consegnata in ritardo può comportare un mare di rogne senza fine.

A queste società non interessa la puntualità innanzitutto perché nella stragrande maggioranza dei casi si limitano a spedire solo posta prioritaria. La posta “semplice”, quella che se ci mette due giorni o dieci nessuno se ne accorge… La posta che trovi nella cassetta delle lettere, per intenderci.

Non hanno modo di controllare la velocità del servizio, perché se non c’è nessuno che firma al momento della consegna non esiste una verifica certa – che non sia quanto affermato dagli stessi postini che dovrebbero consegnare le lettere.

Ma soprattutto a loro NON interessa che la posta arrivi velocemente.

Ecco perché:

Le grandi aziende di servizi (non posso far nomi perché già sto rischiando grosso così!) hanno letteralmente uffici appositi dedicati ai reclami dei clienti, che magari si lamentano di non aver ricevuto un documento o una bolletta, o di averla ricevuta in ritardo.

Secondo te, a un colosso dell’energia elettrica, cosa interessa di più? Avere un servizio postale velocissimo, impeccabile, oppure uno “così così” ma molto meno caro?

Eh sì, hai proprio indovinato.

Spedendo letteralmente centinaia di migliaia di bollette ogni mese, questi colossi aziendali hanno a cuore che la spedizione costi il meno possibile.

Se poi ritarda? … Pazienza! Tanto c’è l’ufficio apposito…

Se poi va persa? … Pazienza! Anzi… ancora meglio!

“Come meglio?”, ti starai chiedendo.

Ebbene sì, alla fine sono arrivato al succo della questione.

 

Queste aziende di utenze infatti guadagnano persino di più se una bolletta va persa.

stupitoGrazie al meccanismo perverso degli interessi di mora, una bolletta non recapitata per loro equivale a una bolletta non pagata, che dunque andrà maggiorata degli interessi.

Non mi fraintendere. Non ti voglio vendere l’idea che queste persone mirino proprio alla posta non consegnata per guadagnare di più con gli interessi (anche se qualche volta ti confesso che questa idea mi è venuta).

Però non puoi negare che vista sotto questa luce la questione assume tutta un’altra piega.

Da un lato hai:
1) Grandissime quantità di posta prioritaria poco importante, che se si perde non è un problema

Dall’altro:
2) Quantità medio-basse di posta, con alta percentuale di raccomandate, che se vanno perse potrebbero comportare la perdita di una causa o altre beghe terribili.

Ora dimmi… tu da che parte stai?

Scommetto che se sei arrivato a leggere fino a qui un’idea te la sarai già fatta.

E non sentirti uno stupido se finora non avevi mai capito queste cose. Fa parte del piano diabolico del “Priorato di Sion”, quindi non temere.

Però almeno ora sai a chi realmente conviene risparmiare sulle spedizioni:
– a chi spedisce quantità industriali di prioritarie
– a chi non interessa la puntualità della consegna
– a chi non interessa l’effettiva consegna
– a chi guadagna sui ritardi grazie agli interessi di mora

Se tu NON fai parte di questa categoria, non ti preoccupare. Ho una buona notizia per te:

Per i professionisti come te è finalmente disponibile una soluzione definitiva a tutti i problemi legati alla corrispondenza cartacea

E hai l’opportunità di provare gratuitamente questa soluzione, perché potrei anche star qui per ore a dirti quanto sia bello e puntuale il nostro servizio, ma tanto ciò che conta PER TE è vederci in azione.

 

Siamo più bravi a parlare con i fatti che con le parole.

Ed è per questo che puoi provare il servizio Posta Power per un mese senza alcun vincolo o legame, per poi decidere se continuare o no con noi.

Per verificare che Posta Power sia presente anche nella tua città ti basta controllare la mappa nazionale delle nostre agenzie.

Dopo di che compila l’apposito formulario per richiedere informazioni (senza impegno) e sarai ri-contattato direttamente dal responsabile della tua zona che sarà a tua completa disposizione per qualsiasi dubbio, domanda o perplessità.

A te la scelta. Ma sappi che le forze oscure si muovono nell’ombra, e questa potrebbe essere la tua ultima occasione di passare dalla parte dei “buoni”.

Ti aspetto.

(Ma non metterci troppo)

Marco “Robert Langdon” Lutzu.

Scrivi qui i tuoi commenti

commenti

  1. Gianni

    Io sono nel settore delle poste private da 13 anni, sono affiliato ad un famoso franchising, ed ormai ho capito che a parte poche eccezioni, il vero business è la vendita di agenzie/territori da parte dei franchisor che non rimettono un bel niente se l’agenzia chiude per i motivi più vari, anzi lucrano dal passaggio del territorio da uno pseudo imprenditore all’ altro.
    Il miraggio dei guadagni con la privatizzazione del settore e la scarsità del lavoro, porta molte persone disoccupate spesso famiglie che hanno messo da parte qualcosa, ad investire con la falsa speranza di trovare un lavoro redditizio abbagliati anche da commerciali che prospettano un buon investimento.
    Una volta entrati nel meccanismo di aprire un’agenzia oltre alla fee d’ingresso e alle altre (molte) spese, si dovrà spendere altri soldi per far fronte alle perdite perciò la fregatura aumenta.
    La maggior parte delle agenzie di tutti i franchisor, a parte pochi casi, fanno la fame. Io per esempio sto cercando di cambiare mestiere prima di chiudere definitivamente per bancarotta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *